Prima Pagina

Accademia delle Antiche Civiltà

L’AdAC si configura come un’associazione senza fine di lucro, nata come spazio di dialogo e studio delle principali civiltà del Vicino Oriente antico, termine che definisce una vasta area geografica che dall’altopiano iranico si estende fino alle coste del bacino mediterraneo orientale e dal Mar Nero al Golfo Persico, includendo tutta la Valle del Nilo.

L’AdAC assume dunque l’aspetto di una realtà, inserita nel contesto milanese, i cui ideali fondanti vanno incontro alle esigenze reali di un vasto pubblico desideroso di conoscere o approfondire le lingue e la cultura delle società che, con fortune alterne, si sono sviluppate e/o avvicendate nel Vicino Oriente.

Negli ultimi anni, tuttavia, l’accademia ha ampliato la sua offerta formativa con corsi di lingue italiche, in particolare l’etrusco, e anche mesoamericane.

Con questo fine precipuo l’AdAC offre la possibilità di:

  • seguire corsi inerenti a  lingue del mondo antico, ovvero, sumerico, accadico, egiziano antico, elamico, ittita, persiano antico, aramaico, etrusco e maya, che consentano di accedere, partendo dalla scrittura, ai più antichi documenti scritti della civiltà umana;
  • arricchire le proprie conoscenze con corsi specifici sulle religioni, la letteratura, la storia, etc., del mondo antico;
  • completare le competenze filologiche acquisite con corsi di archeologia che toccano la cultura materiale e artistica nel suo sviluppo storico.
  • Ci si può quindi limitare a raggiungere la possibilità di leggere e interpretare un testo, ma si può anche proseguire per arrivare a una conoscenza che comprenda tutti gli aspetti delle civiltà fiorite in quei territori che vanno dal Vicino Oriente al lontano Oriente, dal Mediterraneo all’area mesoamericana.

Anno accademico 2021-2022

Quest’anno l’AdAC desidera ricordare il professore Giovanni Pettinato nel decimo anniversario della sua morte.


Professore ordinario di Assiriologia all’Università di Torino, 1970-1974
Professore ordinario di Assiriologia all’Università La Sapienza di Roma, 1974-2009
Professore onorario di eblaitologia all’Università di Heidelberg,
Docente di Assiriologia al Centro Studi del Vicino Oriente di Milano, 1998-2006
Primo epigrafista della missione archeologica italiana a Ebla, Tell-Mardikh – Siria.
Membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei.
Insignito dal presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, dell’onorificenza al merito della Repubblica Italiana di Grande Ufficiale.

Biografia e ricordi
Biografia scritta da Maria Giovanna Biga
Biografia e bibliografia dell’Università di Heidelberg
Ricordo personale di Enrico Gargano, vicepresidente AdAC
Galleria di immagini

Letture consigliate
Nel decimo anniversario della scomparsa di uno dei più insigni assiriologi mondiali, decifratore della lingua di Ebla, si propongono alcune letture fondamentali per la conoscenza delle civiltà dell’Antica Mesopotamia:

“La città sepolta: i misteri di Ebla”
Arnoldo Mondadori Editore – Milano – 1999

“Angeli e demoni a Babilonia. Magia e mito nelle antiche civiltà mesopotamiche”
Giovanni Pettinato
Arnoldo Mondadori Editore – Milano – 2001

Altre letture suggerite

Per la nostra offerta formativa vi consigliamo di visitare la seguente pagina

Conferenze, seminari, convegni

 

venerdì 10 dicembre 2021
Creature dell’impossibile: geni, angeli e demoni nel vicino oriente antico: spunti di paleocriptozoologia nelle antiche civilà
Daglio Cristiano
Accademia delle Antiche Civiltà
scheda

 

 

 

 

06 novembre – 27 novembre
I Sabati dell’Accademia
Ciclo di incontri seminariali in videoconferenza su
“I popoli del mare: leggenda o realtà?”
pieghevole

Le informazioni dettagliate sono presenti nella nostra sezione eventi (convegni)