Prima Pagina

Accademia delle Antiche Civiltà

L’AdAC si configura come un’associazione senza fine di lucro, nata come spazio di dialogo e studio delle principali civiltà del Vicino Oriente antico, termine che definisce una vasta area geografica che dall’altopiano iranico si estende fino alle coste del bacino mediterraneo orientale e dal Mar Nero al Golfo Persico, includendo tutta la Valle del Nilo.

L’AdAC assume dunque l’aspetto di una realtà, inserita nel contesto milanese, i cui ideali fondanti vanno incontro alle esigenze reali di un vasto pubblico desideroso di conoscere o approfondire le lingue e la cultura delle società che, con fortune alterne, si sono sviluppate e/o avvicendate nel Vicino Oriente.

Negli ultimi anni, tuttavia, l’accademia ha ampliato la sua offerta formativa con corsi di lingue italiche, in particolare l’etrusco, e anche mesoamericane.

Con questo fine precipuo l’AdAC offre la possibilità di:

  • seguire corsi inerenti a  lingue del mondo antico, ovvero, sumerico, accadico, egiziano antico, elamico, ittita, persiano antico, aramaico, etrusco e maya, che consentano di accedere, partendo dalla scrittura, ai più antichi documenti scritti della civiltà umana;
  • arricchire le proprie conoscenze con corsi specifici sulle religioni, la letteratura, la storia, etc., del mondo antico;
  • completare le competenze filologiche acquisite con corsi di archeologia che toccano la cultura materiale e artistica nel suo sviluppo storico.
  • Ci si può quindi limitare a raggiungere la possibilità di leggere e interpretare un testo, ma si può anche proseguire per arrivare a una conoscenza che comprenda tutti gli aspetti delle civiltà fiorite in quei territori che vanno dal Vicino Oriente al lontano Oriente, dal Mediterraneo all’area mesoamericana.

Anno accademico 2020-2021 

in ricordo di
Giovanni Pettinato


Professore ordinario di Assiriologia all’Università di Torino, 1970-1974
Professore ordinario di Assiriologia all’Università La Sapienza di Roma, 1974-2009
professore onorario di eblaitologia all’Università di Heidelberg,
docente di assiriologia al Centro Studi del Vicino Oriente di Milano, 1998-2006
primo epigrafista della missione archeologica italiana a Ebla, Tell-Mardikh – Siria.
membro dell’Accademia Nazionale dei Lincei.
insignito dal presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, dell’onorificenza al merito della Repubblica Italiana di Grande Ufficiale.
biografia scritta da Maria Giovanna Biga
biografia e bibliografia dell’Università di Heidelberg
ricordi 

Letture consigliate:
nel decimo anniversario della scomparsa di uno dei più insigni assiriologi mondiali, decifratore della lingua di Ebla, si propongono alcune letture fondamentali per la conoscenza delle civiltà dell’Antica Mesopotamia:

“La città sepolta: i misteri di Ebla”
Arnoldo Mondadori Editore – Milano – 1999
“Angeli e demoni a babilonia
magia e mito nelle antiche civiltà mesopotamiche”
Giovanni Pettinato
Arnoldo Mondadori Editore – Milano – 2001
altre letture

Conferenze, seminari, convegni

 settembre-ottobre-novembre 2021

Da Micene al Delta del Nilo. Le relazioni tra Egitto e mondo egeo al tempo della XVIII  Dinastia
Massimo Cultraro
scheda

 

 

 

 

Filosofi e filosofia ellenici nel Talmud Babilonese
Stefano Fumagalli
scheda

 

 

 

 

 

I faraoni nubiani alla conquista dell’Egitto nella prima metà del I millennio a.C.
Roberto Gozzoli
scheda

 

 

 

ATTENZIONE !   il   CONVEGNO
“I popoli del mare: leggenda o realtà?”
verrà realizzato mediante un ciclo di seminari detti
“I sabati dell’Accademia” in videoconferenza.
Le informazioni dettagliate sono presenti nella nostra sezione eventi (convegni)